Château d’Yquem 2013 e Y 2014 – la febbre dell’oro!

Château d’Yquem 2013 e Y 2014 – la febbre dell’oro!

Millésima è lieta di presentare l’arrivo dell’annata 2013 dello Yquem e dell’annata 2014 dello Y, i due tesori del celebre e prestigioso Château d’Yquem, già disponibili nel nostro sito web.

Il vino Château d’Yquem

“L’apoteosi del gusto. Non lo chiamerei vino poiché è qualcosa di più, è unico. Preferisco la parola nettare, la bevanda degli dei. E se ne trovo un’altra più nobile, la userò, così da avere meno vergogna del nostro vocabolario così stretto” Fréderic Dard

Etichetta di château d'Yquem, vino di oro. © Yquem

Etichetta di Château d’Yquem, vino d’oro.
© Yquem

L’aura che circonda questo vino è tanto misteriosa quanto romantica. Racconti di personalità famose che ne ordinano botti, di cosmonauti francesi che ne portano bottiglie sullo spazio e ancora innumerevoli citazioni nella letteratura e nel cinema aggiungono un tocco di sfarzo ed aumentano la nostra credenza nella magia e nella maestà di questo vino.

Lo château d’Yquem offre una miriade di sapori ben equilibrati, alcuni dei quali anche più complessi, che con il passare del tempo generano persino più armonie. Incredibilmente pieno di carattere e speziato, ricco ma mai stucchevole o troppo denso, vivace e lungo ma non troppo intenso e potente, questo vino si presenta come una combinazione di frutti maturi con una piacevole nota di acidità. Dopo averlo degustato si ha come l’impressione che ne rimanga una reminescenza, una sensazione che descrisse bene Frédéric Dard: “…come il silenzio successivo a un’opera di Mozart, dove chi lo ascolta rimane soffuso con la musica”. Il ricordo di questo Sauternes permane per molto tempo nel palato, regalando un unico e prolungato piacere. C’è un’espressione francese difficilmente traducibile che describe il sapore intenso che si prova dopo la degustazione: “il fait la queue du paon”…emerge, libera, sprigiona fuori “come la coda di un pavone”.

In ogni vino, un concerto di frutti ! © Yquem

In ogni vino, un concerto di frutti!
© Yquem

Il vigneto

Dei 113 ettari vitati, ogni annata solo 100 producono effettivamente vino. Ogni anno, due o tre ettari delle viti più vecchie vengono infatti sradicate ed il suolo è lasciato a maggese per un anno. Le vigne comprendono due varietà di uve tipiche della zona: Semillon (75%), la quale crea un vino ricco di corpo e di struttura e Sauvignon (25%), che matura prima e aggiunge aromi e finezza ai vini.

Il vino Y

L’Y (pronunciato Y-greca) è un vino importante e con un gran potenziale, che interpreta alla perfezione lo stile delle vigne dello château. Equilibrato, ricco di aromi e con una matrice di dolcezza sottile, questo gioiello ricorda la sua discendenza, sebbene ogni critico sottolinea con fervore il suo carattere unico. Inizialmente veniva prodotto alla fine del raccolto, con le ultime uve rimaste. Dal 2004 nasce ogni anno dai migliori grappoli di Sauvignon Blanc, raccolti a inizio vendemmia, e da quelli di Sémillon, raccolti quando l’uva ha raggiunto la maturità massima, la muffa nobile è appena apparsa e le bacche presentano un colore rosato. Questo è il momento giusto, quando i leggeri tannini sono pronti ad esprimere il potenziale aromatico del terreno. Il blend finale viene eseguito dopo la degustazione e comprende principalmente Sauvignon Blanc, con una presenza di Sémillon.

Sandrine Garbay (enologo, mastro cantiniere d'Yquem). © Yquem

Sandrine Garbay (enologo, mastro cantiniere d’Yquem).
© Yquem

d’Yquem 2013: note di degustazione

Secondo Pierre Lurton il 2013 fu “un anno magnifico per i vini dolci”. I produttori dei grandi vini rossi di Bordeaux guardarono con invidia i loro vicini ‘Sauterniani’ vivere quella che può essere definita una vendemmia esemplare. Fu un anno eccelso e di grande prosperità per il Sauternes: le condizioni per lo sviluppo della Botrytis Cinerea furono quasi perfette. Effettivamente quest’annata presenta la migliore espressione dello stile dello Yquem, tant’è che la domanda a livello internazionale è nettamente slittata. Per quanto riguarda le caratteristiche visive, l’Yquem 2013 mostra un colore giallo dorato, meravigliosamente brillante e luminoso. All’olfatto, trasporta immediatamente nel magico mondo della sua dimora prestigiosa e sprigiona una purezza aromatica eccezionale. Mango fresco, fiori secchi di tiglio, zenzero sono solo alcuni dei profumi percepibili durante il primo impatto…il resto sta a voi scoprirlo! Smuovendo un pò il bicchiere, si può sperimentare aromi speziati e una mineralità rinfrescante accentuata dal profumo di the nero. Al palato, è ricco di sapore e presenta note di ananas fresco, marmellata di arance, nocciola e accenti di pepe bianco. Il finale regala un tocco di verbena e una piacevole acidità. Questo è un vino, il Vino. Preciso e completo. In una parola: Yquem, nella sua massima espressione.

dispatch-yquem-header

© Château d’Yquem

 Scoprite il vino d’Yquem 2013

Y 2014: note di degustazione

Un blend perfetto composto da più di due terzi di Sauvignon Blanc e il restante Sémillon da vita al vino dei connoisseurs, del quale vengono prodotte solo 10000 bottiglie all’anno. Conosciuto come “il vino che asciuga senza essere asciutto” , il vin blanc sec di casa Yquem presenta un colore giallo dorato delicato. Al naso si nota una deliziosa composizione aromatica con una nota fruttata predominante. Dopo aver smosso il bicchiere, gli odori si definiscono ulteriormente e si può distinguere il mango, la susina e una nota floreale di petali di rosa. La prima impressione sul palato è notevole, marcata con una gradevole acidità che bilancia la ricchezza del vino. Il mezzo palato rivela una nota di freschezza, un sentore di zenzero e un meraviglioso retrogusto di bergamotto. In finale sprigiona un’aroma fruttato e una ben definita acidità. Per farla breve, un gran successo!

dispatch-y-header

© Château d’Yquem

Scoprite il grande vino bianco Y 2014

 

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*