Grattamacco – il cuore del Bolgheri DOC

Grattamacco – il cuore del Bolgheri DOC

Il dominio Grattamacco nasce nel 1977 nella zona della denominazione di origine controllata Bolgheri DOC. La tenuta si erge sulla sommità di una collina affacciata sul mare tra i borghi di Castagneto Carducci e Bolgheri, in una zona particolarmente vocata e apprezzata per la produzione dei grandi vini rossi italiani. La sua posizione strategica, a 100 metri di altitudine, le permette di godere di un clima asciutto e mite, con notevoli escursioni termiche soprattutto alla fine dell’estate. L’azienda si estende su un’area di 35 ettari, di cui 14 impiantati a vite e 3 impiantati a uliveto. L’area rimanente è coperta da boschi e confina con una vasta foresta di circa 1600 ettari. I vigneti, situati in una culla naturale protetta dai forti venti marittimi, sono allevati a cordone speronato Guyot e Alberello, con una resa media di 60/70 quintali per ettaro. La tipologia dei vitigni è così ripartita: 60% Cabernet Sauvignon, 15% Sangiovese, 10% Merlot, 10% Cabernet Franc e 5% Petit Verdot per i rossi;   100% Vermentino per i bianchi. Le viti, con età media di 25 anni, sono coltivate in agricoltura biologica garantita certificata dall’ICEA.

Grattamacco-R_G277_Macro_1998NM_C_ref

Grattamacco Bolgheri Rosso Superiore

Il vino d’eccellenza dell’azienda, il Grattamacco Bolgheri Rosso Superiore, è il frutto di una vigna di 10 ettari posta a 100 metri sul livello del mare. Le uve rosse che compongono questo gioiello dal colore rosso rubino brillante sono il Cabernet Sauvignon (65%), il Merlot (15%) e il Sangiovese. I terreni presenti sono arenarie calcalifere, argille miste e argille calcaree ed il clima è di tipo mediterraneo. La vendemmia, esclusivamente manuale, precede un’altrettanto precisa e meticolosa fase di vinificazione. In primis, viene effettuata la fermentazione alcolica in tinelli di legno tronco conici aperti, successivamente si procede con la fermentazione malolattica in barrique. L’invecchiamento, per 18 mesi in barrique di primo e secondo passaggio, si completa poi con l’affinamento di 12 mesi in bottiglia. A livello olfattivo ne risulta un vino con una grande intensità aromatica, che spazia da sentori di frutta rossa, a profumi balsamici e di macchia mediterranea, susseguiti da note minerali. Al palato, la trama tannica fine e avvolgente gli dona una notevole freschezza che persiste anche nel finale. Consistente e complesso, questo vino è profondamente legato alle sue radici e si abbina perfettamente alla cacciagione e selvaggina locale.

Scopri i vini di Grattamacco

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*