Terrazas de Los Andes – savoir faire francese e territori argentini

Terrazas de Los Andes – savoir faire francese e territori argentini

Nidificato sui lati ripidi della cordigliera delle Ande, il dominio Terrazas de Los Andes mescola con sottigliezza il savoir faire francese a eccezionali territori argentini. Alla fine degli anni 1950, Moët e Chandon inviò il suo enologo principale, Renaud Poirier, ad esplorare le vigne del Sudamerica per scovare  siti capaci di produrre  grandi vini. Dopo mesi di ricerca sul campo sugli altopiani di Lujàn de Cuyo a Mendoza, impressionato da questi territori e dai microclimi della regione, egli decise di creare là le prime vigne argentine di Moët Chandon, in un’epoca in cui nessuno, o quasi,  aveva percepito il potenziale della regione. Nel 1999 venne compiuto un altro importante passo con la creazione di Terrazas de Los Andes nel cuore della regione Mendoza. Il suo nome deriva dai “terrazas”, altopiani a terrazza ai piedi delle Ande, su altitudini che variano dai 600 e 1500 metri. Qui, ciascuna varietà di uva (Malbec, Cabernet Sauvignon, Torrontés e Chardonnay), è piantata alle altitudini ottimali per la propria maturazione. L’altitudine, infatti, insieme alle diverse escursioni termiche fra il giorno e la notte, dona all’uva la complessità e un sapore aromatico unico, concorrendo alla nascita di vini che possiedono una notevole struttura e un bell’equilibrio sul palato.

TASTING HALL

Tasting hall © Terrazas de Los Andes

 

Il dominio possiede vigne in tre sottoregioni della Mendoza, ciascuna dedicata ad una vite specifica. Il primo, situato a Perdriel, a 980 metri di altitudine, permette al Cabernet Sauvignon di esprimersi al meglio e di trarne vini strutturati e maturi. Il secondo, a Vistalba, a 1070 metri di altitudine, fa da culla alla vite regina dell’argentina, il Malbec. Grazie a un suolo sabbioso e molto permeabile e dopo un lungo periodo di maturazione, i vini che nascono sono molto intensi, concentrati e tannici. Nell’ultimo sito, a Tupungato (1200 metri), sono piantati principalmente Chardonnay e Merlot. A quest’altitudine le notti sono fresche e le uve conservano abbastanza acidità per produrre vini bianchi piuttosto flessibili e ben equilibrati. Infine il Torrontès viene piantato nella vigna di Salta, a ben 1800 metri di altitudine. Terrazas de Los Andes produce quattro vini distinti ma complementari: Altos del Plata, Reserva, Single Vineyard e Cheval des Andes.

 

TORRONTES

Grappoli di Torrontès © Terrazas de Los Andes

Scopri i vini di Terrazas de Los Andes

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*