Vini d’Alsazia – l’interesse delle vecchie annate

Vini d’Alsazia – l’interesse delle vecchie annate

I vini d’Alsazia sono oggi ampiamente apprezzati e la loro reputazione è ormai nota in tutto il mondo. Riconosciuta soprattutto per i suoi bianchi d’eccezione, come il Riesling e il Gewürztraminer, questa regione vanta anche del grande privilegio di contare ben 51 Grands Crus, ciascuno dei quali dotato di un terroir singolare che gli conferisce una forte e marcata identità.

Per saperne di più sulla classificazione dei vini d’Alsazia

Benché siano apprezzati soprattutto durante la loro giovinezza, per il loro gusto fruttato e per la loro vivacità, alcune grandi annate stupiscono per il loro invecchiamento, alla stregua dei grandi vini di Borgogna o di Pessac-Léognan.

È facilmente concepibile che un Gewürztraminer, morbido ma liquoroso, possa svilupparsi e rivelare col passare del tempo note di frutta matura, una bella rotondità e una grande eleganza. Un certo tipo di invecchiamento non è tuttavia scontato per un Riesling, vino bianco secco per eccellenza, riconosciuto per la sua grande freschezza, per le sue sottili note di limone, di pompelmo, di pera e di fiori…

trimbach-photos-08-600x338

I Riesling d’Alsazia sono, infatti, vini estremamente fruttati, molto fini, di un’acidità marcata, ma elegante. Invecchiato dai 5 ai 10 anni, il Riesling guadagna in complessità e tende a restituire al meglio tutte le sfumature e sottigliezze del terreno dal quale proviene. Allora, ecco che la mineralità, qualità indissociabile dei grandi vini bianchi, affiora. Per quanto possa sembrare sorprendente, a volte vi si trovano anche delle note di petrolio molto interessanti…

Lasciamo il parere adesso agli amatori e ai curiosi…

Alla scoperta dei nostri vini d’Alsazia

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*