La presidenza di Millésima passa da Patrick a Fabrice Bernard

La presidenza di Millésima passa da Patrick a Fabrice Bernard

Cambiamento di generazione alla testa di Millésima, azienda multicanale specializzata nella vendita diretta e portatrice di un certo spirito di sperimentazione nel marketing.

pbfb

“Sono nato troppo tardi. Oggi, il digitale risponde alle domande di marketing che mi pongo dall’inizio di Millésima, nel 1983. Essere giovane non è un difetto, al contrario!„ esclama Patrick Bernard, il fondatore di Millésima, annunciando, così, il passaggio di presidenza a suo figlio, Fabrice Bernard. Visibilmente divertito da quest’elogio alla giovinezza, Fabrice Bernard afferma: “il tutto consiste nel provare e riprovare. Quando mio padre ed io abbiamo un’idea diversa, separiamo gli archivi e ognuno fa la sua prova. È soltanto dopo che si decide!„

Rivendicando la sua supremazia sulla piazza di Bordeaux*, Millésima è “un commerciante di vino che utilizza le tecniche del marketing diretto„ secondo Patrick Bernard. Suo figlio vi vede invece la sintesi tra un commerciante con uno stock ben scelto (2,5 milioni di bottiglie attualmente) ed un’enoteca che offre consigli (11 000 riferimenti per 90.000 clienti nel mondo). Ad ascoltarli, solo le modalità di comunicazione sono evolute da quando la società si è orientata verso il marketing diretto.

Dal fax a Facebook

“Nel 1983 la nostra azienda era un commercio tradizionale che comprava dei grands crus in anteprima„ ricorda il fondatore, Patrick Bernard. “Ma i suoi cicli finanziari mi hanno subito stupito, tra i vantaggi delle grandi annate e le difficoltà di quelle mediocri…„. Secondo lui, la soluzione ovvia fu di passare alla commercializzazione di vini spedibili via corriere. Nel 1988, l’azienda inizia a specializzarsi in clienti particolari, con un approccio multicanale che ancora oggi fa la firma di Millésima. Negli anni Novanta, il fondatore ricorda che un terzo delle attività erano realizzate via fax, un terzo per carta ed un terzo per telefono.

Nel 1997, Millésima lancia il suo sito internet, estremamente utile per presentare la sua gamma, cosa inconcepibile su carta. L’85% del fatturato viene realizzato su Internet (con 49 milioni di persone sul web nel 2015), di cui il 16% tramite Facebook (che Millésima cita in esempio, con “un ritorno sugli investimenti del 133%„).

Fabrice Bernard, pioniere della svolta al commercio digitale, è arrivato da 8 anni a Millésima ed ha ricoperto prima la carica di responsabile del marketing e oggi di direttore del marketing. Per lui, si tratta sempre “di apportare un consiglio ed essere capace di venderlo„. Se punta attualmente sulle reti sociali per orientare clienti scelti verso pagine di vendita, predice già le prossime evoluzioni del marketing digitale: “si andrà sempre più verso “lo one to one„. Un contatto diretto con il consumatore finale per proporgli l’offerta che più gli si addice.„

In parallelo Millésima arricchisce la sua offerta di consigli, in particolare con video girati dalla sua équipe. “Abbiamo un fotografo, un cameraman, dei grafici… Oltre alla carta e la stampa dei nostri cataloghi, facciamo tutto„ si lusinga Patrick Bernard.

Millésima appartiene per il 90% al Groupe Bernard (ex- Financière Bernard), holding familiare che riunisce anche il gruppo di commercio Sobovi (che possiede? in particolare? il domaine de Chevalier ), la società Lucien Bernard (specializzata nel campo dei brandy)…

*: Sulla piazza bordolese, “siamo stati i primi a vendere vini non di Bordeaux„ si rallegra Patrick Bernard, ricordando le reazioni più o meno favorevoli che questo sviluppo aveva allora suscitato (oggi, i vini non di Bordeaux rappresentano un terzo del fatturato di Millésima).

Prima di Millésima, Vins des Grands Vignobles

Nel 1983 Patrick Bernard approda nel mondo del vino fondando la società Vins des Grands Vignobles . “Ma non è stato depositato il marchio in Francia, o all’estero. Era solo protetta dalla ragione commerciale„, ricorda. Nel 1993, un’agenzia di comunicazione aiuta la società a creare un catalogo di gran lusso “dei 300 migliori vini di Bordeaux del xxo secolo” e lo battezza Millésima. Un nome che seduce così tanto Patrick Bernard da chiedere all’agenzia di comperarlo. “Ho dato loro due casse di vini, ne avrei dovute inviare, invece, due all’anno. Soprattutto dopo che la Mercedes ci ha ricompensati per avere utilizzato il nostro marchio…„ scivola.

 

Traduzione dell’articolo scritto da Alexandre Abellan ed uscito il 23-03-2016 su Vitisphere.

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

frenchusaGermanEnglish



Immergetevi nei segreti di Grandi Vini


Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:

  • Ricevere il codice per lo sconto di benvenuto del 10%
  • Approfittare degli ultimi articoli redatti sul mondo del vino
  • Scoprire grazie ai nostri video i segreti sulle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su eventi o degustazioni che organizziamo

Già iscritto ?



Immergetevi nei segreti di Grandi Vini


Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:

  • Ricevere il codice per lo sconto di benvenuto del 10%
  • Approfittare degli ultimi articoli redatti sul mondo del vino
  • Scoprire grazie ai nostri video i segreti sulle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su eventi o degustazioni che organizziamo

Già iscritto ?