Harlan Estate, grandi vini della Napa Valley

Harlan Estate, grandi vini della Napa Valley

article_02

Fondata dall’imprenditore Bill Harlan nel 1984, Harlan Estate fu creata con l’intento di creare un “Premier Cru” californianio. Situata nelle colline occidentali di Oakville, nella Napa Valley, la tenuta produce dei vini secondo il cosiddetto assemblaggio bordolese fin dagli anni ’80, sebbene la prima annata sia quella del 1990, commercializzata nel 1996: questo dimostra gli anni di cure e attenzioni dietro ogni singola bottiglia di questo vino. Fin dalla prima annata, Harlan Estate è stata elogiata ed acclamata, tanto da ricevere ben 6 volte il punteggio perfetto, 100, dal celebre critico americano Robert Parker. Un record assoluto tra i Cabernet Sauvignon della Napa Valley. Robert Parker ha affermato espressamente che “Harlan Estate potrebbe essere il vino rosso più complesso non solo della California, ma del mondo intero”. Con sole 2000 casse prodotte ogni anno, la domanda supera di gran lunga l’offerta, rendendo questo vino tra i più pregiati al mondo.

Essendo una proprietà abbastanza giovane, la curiosità sulla longevità dei vini proposti non ha tardato a manifestarsi.  Oggi, vent’anni dopo, questi vini hanno chiarito ogni dubbio, invecchiando con garbo e facilmente. Le annate più giovani si mostreranno al meglio in una decade.

harlanHarlan Estate comprende 40 acri vitati. Le varietà piantate sono Cabernet Sauvignon (70%), Merlot (20%), Cabernet Franc (8%) e Petit Verdot (2%). Essendo le vigne esposte dai 68 e 374 metri sopra il livello del mare, Harlan Estate beneficia di una vasta gamma di terroirs e di climi che contribuiscono alla complessità e alla profondità sbalorditiva del vino nel finale.

La proprietà produce un secondo vino chiamato The Maiden, la quale prima annata prodotta fu quella del 1995 messa in commercio nel 1999. A differenza dei secondi vini prodotti nella maggior parte delle proprietà del bordolese, questo vino è speso giudicato alla pari del Grand Vin, con soltanto un’annata che riceve meno di 90 punti da Robert Parker. Inoltre, l’assemblaggio spesso differisce da quello del Grand Vin, rimarcando il concetto che sia un vino dal suo proprio carattere ed evitando un confronto troppo diretto con Harlan Estate. The Maiden si presenta quindi come un vino proprio a sé stesso, piuttosto che come un secondo vino. Il team di Harlan Estate è rimasto coerente negli anni, con Bill Harlan che lavora accanto a Bob Levy (direttore vitivinicolo), Mary Maher (gestore dell’azienda) e l’enologo Michel Rolland. Nel 2013 l’azienda rilascia un altro vino chiamato The Mascot, realizzato nel 2008 grazie alle vigne più giovani di Harlan, Bond Estate e Promontory.

HarlanEstate-Maiden-R_J1261_Macro_2010NM_C_ref

William Harlan prese l’ispirazione di fondare la tenuta Harlan Estate quando partecipò all’innaugurazione della Mondavi Winery nell 1966 e viaggiò in Francia (a Bordeaux e in Borgogna) con Robert Mondavi stesso. Harlan iniziò la sua ricerca della terra perfetta nel 1972 e nel 1984 acquistò i 44 acri ed iniziò piano piano a piantare le vigne. Non lontano dal vigneto di Harlan Estate e dalla Napa Valley Reserve, Bill Harlan possiede anche Bond e Promontory.

Tutti i vini di Harlan Estate

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*