Thierry Germain, Domaine des Roches Nueves

Thierry Germain, Domaine des Roches Nueves

Figlio di negozianti bordolesi, Thierry Germain realizza molto presto il proprio sogno: dirigere il suo dominio. Dopo avere ricercato delle terre nei pressi di Bordeaux e in Ungheria, si è finalmente trasferito ad Anjou (Valle della Loira) al Domaine des Roches Nueves, una proprietà di 26 ettari vitati nelle denominazione di Saumur e Saumur-Champigny. Quando nel 1993 egli acquisisce il dominio, la proprietà godeva già di un’ottima reputazione. Su un sottosuolo gessoso, chiamato localmente “Tuffeau”, sedimenti argillosi si combinano con delle terre sabbiose a motivo dominante calcareo. L’impianto del vigneto, che privilegia la varietà Cabernet Franc, comprende anche lo Chenin Blanc: vitigno star ad Anjou per l’elaborazione di vini bianchi o liquorosi, minerali e soprattutto longevi.

thierry

© Thierry Germain – Domaine des Roches Nueves

Durante i primi anni, Thierry Germain applica un approccio classico e convenzionale, producendo in particolare vini piuttosto espressivi ma non molto longevi. In seguito, guidato dal suo grande rigore, la sua passione per l’equitazione e soprattutto dal suo amore per le piante, egli decide di cambiare diametralmente modalità di coltivazione delle viti per essere in coerenza con sé stesso e le sue convinzioni. Difficile allora non pensare ad altra cosa che ai precetti dell’austriaco Rudolph Steiner: agronomo, ingegnere e filosofo delle piante. Sposare la biodinamica sembrò la scelta più giusta per ridare vita al vitigno…

biodina

© Thierry Germain – Domaine des Roches Nueves

Avendo compreso il potenziale del vigneto di Saumur, dove si producono degli ottimi Cabernet Franc basati sulla freschezza e la finezza aromatica, egli decise quindi di adottare delle tecniche che permettessero l’espressione della diversità dei terroirs, convertendo, nel 2002, l’insieme del vigneto all’agricoltura biodinamica. Nelle cantine, vecchie di almeno 300 anni, Theirry Germain utilizza tecnologie moderne per sublimare il carattere unico di ogni parcella. Vinificare ogni singolo lotto a parte gli permette di ottenere, nel finale, un insieme sottile, complesso e autentico. Ogni cuvée da lui prodotta nobilita il carattere del frutto pur conservando la particolarità del terreno.

insolit

L’Insolite 2015 del Domaine des Roches Neuves di Thierry Germain è un Saumur ottenuto al 100% da Chenin Blanc.
Alla vista, il vino rivela un aspetto giallo chiaro, cristallino, luminoso e brillante. Il naso è allo stesso tempo concentrato, fresco, generoso e potente. Esso sviluppa fini note floreali, fruttate e vegetali. L’Insolite 2015, denominazione Saumur, lascia poi trasparire aromi di frutta a polpa bianca come la pera o la pesca, e fragranze agrumate (limone e pompelmo). Vi si ritrovano anche punte di verbena e di tiglio. In bocca, quest’annata 2015 presenta un attacco dritto, vellutato e sensuale che suggerisce tutto il potenziale del suo grande territorio. Con un carattere energico, la consistenza non è priva di densità e il finale è netto e ricco.

Tutti i vini di Thierry Germain

 

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*