Primeurs 2016 | Château Talbot 2016 in anteprima

Primeurs 2016 | Château Talbot 2016 in anteprima

Grand Cru Classé di Saint-Julien, lo château talbot si estende su 107 ettari vitati nella denominazione di Saint-Julien, territorio prestigioso che conta 11 crus classés.

La storia

Il nome del dominio è un omaggio al colonnello Talbot, famoso uomo di guerra inglese, il quale perse la battaglia di Castillon nel 1453. Nel 1855, in occasione della classificazione dei crus del Médoc e di Graves, voluta dall’imperatore Napoleone III, lo château Talbot fu promosso 4° Cru Classé di Saint-Julien. Lo château appartenne ai Marchesi d’Aux per molti decenni, per poi essere acquistato, nel 1917, da Désiré Cordier. Da qui in poi iniziò una vera dinastia, poiché suo figlio George, quindi il suo nipote Jean, si succederanno alla testa della vigna. Riusciranno allora a portare in alto Talbot e a renderlo uno dei più importanti château del bordolese.

Quando Jean Cordier muore nel 1993, le sue figlie Lorraine e Nancy decidono di riprendere il dominio insieme. Arricchite del savoir-faire delle generazioni che le hanno precedute, le due sorelle si accordano magnificamente e dirigono assieme lo château per quindici anni. Purtroppo, la morte prematura di Lorraine nel 2011 rovescerà questo bell’equilibrio. Nancy si prende allora l’intera responsabilità della proprietà con l’aiuto del marito, che perpetua l’unione appassionata di questa vigna alla famiglia Cordier.

Château Talbot Primeurs 2016 Saint-Julien

Un terroir eccezionale

Cru classé di Saint-Julien nel 1855, lo château Talbot si estende su 107 ettari vitati, piantati dai dintorni della residenza fino al confine nord della denominazione. Situato ai bordi dell’estuario della Gironda, il dominio beneficia di un terreno eccezionale. Infatti, si trova su groppe di gravi alluvionali che furono state trasportate, sia dal Massif Central dalla Dordogna, sia dai Pirenei da parte della Garonna. Il suolo è composto da sassi fini del Günziennes e da calcare, che insieme drenano bene il terreno a beneficio delle viti che vi sono coltivate.

Le viti rosse rappresentano la maggioranza del vigneto: Merlot, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot sono piantate su più di 100 ettari. La proprietà produce anche un bianco, il Caillou Blanc; una piccola produzione confidenziale composta da Sauvignon Blanc e da Sémillon. La fama dello Château Talbot si deve a tutti gli attori della vigna, fra i quali l’enologo Jacques Boissenot ed il consulente Stéphane Derenoncourt.

Il Grand Vin e il Second vin

Il castello Talbot produce due vini rossi. Il Grand Vin, Château Talbot, è uno dei vini più famosi del Médoc. Esso deve la notorietà all’eleganza del suo vino. Campione di longevità, Talbot può anche essere apprezzato nella sua gioventù. Allo stesso tempo rotondo e marcato da tannini di seta, il vino presenta una natura estroversa. È un vino di razza, armonioso, decorato da complesse note di avana e di liquirizia. Connétable Talbot è il Second Vin del dominio. Considerato come uno dei più grandi secondi vini del Médoc, Connétable Talbot fu prodotto per la prima volta negli anni Sessanta. Il vino approfitta di tutte le cure portate alla vigna e della selezione delle uve sempre più meticolosa, così da renderlo un secondo vino di qualità. Come il suo fratello maggiore, è un vino che si può qualificare come classico ed elegante.

Château Talbot – Primeurs 2016 

Connétable Talbot – Primeurs 2016 

Scoprite tutti i Primeurs già disponibili:

Primeurs 2016 

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Millesima
Millesima is the leading fine wine merchant offering grand cru from Burgundy, the Bordeaux Grands Crus Classés, french wine en primeur, champagne to more than 60 000 clients. Worldwide delivery since 1983.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*