La Chablisienne, nel cuore di Chablis
photo by Leif Carlsson

La Chablisienne, nel cuore di Chablis

Dal 1923, a Chablis, in Borgogna, la cura meticolosa dei viticoltori che lavorano insieme sotto l’insegna de La Chablisienne ha dato alla luce dei vini  la quale magnificenza è amplificata dal passo del tempo. Questi vini, provenienti da un mosaico di climats, o parcelle, donano un insieme di emozioni marcate da un tocco minerale.

La storia

photo by Leif Carlsson

La storia de La Chablisienne inizia nel 1923, quando una serie di vignaioli, minacciati dalla crisi economica di quel tempo, si raggrupparono insieme sotto il controllo dell’Abate Balitrand per trovare una cantina sociale in Borgogna, nel cuore del vigneto di Chablis, per vendere i loro vini. Fino alla metà degli anni ’50, i vignaioli vendevano il loro vino alla cantina sociale, la quale si occupava in seguito degli assemblaggi e del commercio. In seguito, spinti dal desiderio di creare il loro proprio stile, i proprietari de La Chablisienne decisero di occuparsi delle vendemmie, assicurandosi il totale controllo sulla vinificazione. Questa politica è rimasta la stessa negli anni. I viticoltori ed il personale tecnico lavorano insieme e si consultano frequentemente sulla vinificazione, il blend, l’affinalmento dei vini. Oggi, la cantina raggruppa quasi 300 viticoltori impegnati a produrre i più grandi vini bianchi di Chablis

Il terroir e i vini

photo by Leif Carlsson

La Chablisienne, come indica il suo nome, si trova nella denominazione di Chablis, nella parte più a nord della Borgogna, tra Beaune e Parigi. Sui 4700 ettari di viti piantati su questa denominazione, La Chablisienne ne possiede circa il 25% e registra una produzione annuale di circa 250.000 ettolitri. Chablis è dunque la più grande regione produttrice di vini bianchi al mondo. Vi si coltiva esclusivamente Chardonnay, su un suolo tipico del kimméridgiens composto da marne, da calcare marnoso e da piccole ostriche che conferiscono ai vini una personalità e una mineralità fuori dal comune. Ogni terroir, identificato e circoscritto, produce dei vini unici, con un carattere proprio e un differente potenziale d’invecchiamento. Così il Petit Chablis sarà perfetto già dopo tre anni, lo Chablis richiede dai 2 ai 5 anni. Mentre lo Chablis Premier Cru e lo Chablis Grand Cru, dei vini più complessi, necessitano cinque-dieci anni. La Chablisienne è presente nell’intera denominazione di Chablis, con sei Grands Crus, quindici Premiers Crus e molti Chablis e Petit-Chablis. La vinificazione ha luogo nella cantina, a seconda del differente terroir. I vini de La Chablisienne hanno una forte identità e forniscono un’emozione pura e un bel tocco minerale

Chablis 1er Cru “Fourchaume” 2014

Chablisienne-Chablis-1C-Fourchaume-B_E1484_Macro_2015_c_ resized

Dal colore oro pallido, limpido e brillante, il vino sviluppa un naso dagli aromi di frutta bianca leggermente vanigliata. Si rivela in seguito più intenso e complesso, offrendo delle note che uniscono freschezza, eleganza e una sottile riduzione minerale. Voluminosa, la bocca mostra una bella freschezza, eleganza e dinamismo. I sapori persistenti della frutta bianca si sposano con i tocchi minerali di una grande finezza, una bella purezza e un superbo equilibrio. Il finale presenta una freschezza sublime.

Scoprite questo Chablis Premier Cru   

Chablis Grand Cru “Château Grenouilles” 2012

Chablisienne-Chablis-GCGrenouilles-B_E1159_Macro_2012NM_C_ref resized

Questo vino luminoso e scintillante sviluppa al naso degli aromi speziati (vaniglia, cannella, pepe), ai quali si aggiungono delle sottili note di fiori bianchi. Si sposa perfettamente con la ricchezza e la rotondità in bocca, offrendo degli aromi di lime e una bella mineralità. Il finale è estremamente lungo.

Scoprite questo Chablis Grand Cru  

Tutti i vini de La Chablisienne
Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*