Château de Chamirey, l’eleganza della Borgogna

Château de Chamirey, l’eleganza della Borgogna

Situato in Borgogna, nel cuore della denominazione Mercurey, lo château de Chamirey è stato costruito all’inizio del 18° secolo. Accostato ad una residenza elegante dallo stile architettonico d’influenza italiana e decorato di giardini splendidi alla francese, lo château appartiene oggi alla famiglia Devillard.

devillard274

© château de Chamirey

La storia dello Château de Chamirey

© château de Chamirey

© château de Chamirey

Costruito all’inizio del 18° secolo, lo Château de Chamirey deve il suo aspetto attuale alle torri che furono costruite alla fine del 18° secolo, dopo che un incendio distrusse la cappella adiacente al castello. La proprietà passa allora dalle mani della famiglia Dupaty de Clam alla famiglia del Marquis de Jouennes d’Herville. Oggi, Amaury e Aurore Devillard rappresentano la 5a generazione dei Bourguignons, uomini e donne del vino. Nel 1934, il loro nonno, Marquis de Jouennes, decise di imbottigliare i vini dello Château de Chamirey al dominio. Al suo seguito, il suo genero, Bertrand Devillard, continua la sua opera ed ingrandisce il dominio nei migliori terreni di Mercurey per portarlo alla sua dimensione attuale di 37 ettari. 

Il vigneto  

© château de Chamirey

© château de Chamirey

Come in alta gastronomia, si fanno buoni vini soltanto con buone uve. I 37 ettari del dominio, di cui 15 ettari in Premier Cru, sono piantati a 10.000 piedi per ettaro, secondo la tradizione borgognona, densità più importante di tutte le grandi regioni e garante pratico di alta qualità. Le viti sono coltivate secondo l’agricoltura ragionata, con limitati contributi di  prodotti di trattamento. L’età media delle viti del dominio è 35 anni

Dei vini elaborati con cura

© château de Chamirey

© château de Chamirey

Grande rigore ed esigenza estrema sono portati alla cura delle viti, alle vinificazioni ed all’affinamento dei vini. L’equipe si occupa meticolosamente della cura delle sue viti, delle sue vinificazioni e dell’affinamento dei suoi vini.

Allo château de Chamirey la maturità ottimale viene raggiunta quando le uve si strappano sotto il dente ed hanno perso tutta la loro amarezza. Le uve, vendemmiate alla mano, sono separate prima di essere messe in serbatoi per eliminare i grappoli poco maturi o degradati. La cuvaison è realizzata in tre fasi: macerazione pre fermentazione, fermentazione, macerazione post fermentazione. I vini sono affinati in grande maggioranza in barili di quercia (per circa 18 mesi), un quarto dei quali viene sostituito ogni anno. L’imbottigliamento è realizzato quando i vini hanno ancora i loro aromi primari di frutta e di fiori. 

Focus su tre cuvées dello château de Chamirey

Mercurey 1er Cru “La Mission” Monopole 2016

Ch_3B_chamirey_-_La_Mission_Monopole_2014

Il vino presenta una veste gialla dai riflessi dorati e scintillanti. Il naso è floreale, molto fine ed elegante ed evolve su un carattere fruttato ma senza eccessi. Questo vino, in questo millesimo particolare di tensione, è spesso chiuso durante la sua giovinezza ma garante di una profondità e di una finezza aromatica nel corso della sua evoluzione in bottiglia. Il vino si mostra preciso, teso; una tensione confermata fin dall’entrata in bocca con un carattere molto minerale che apporta della profondità, del rilievo e ovviamente della tensione. Nel finale, il vino libera delle belle note fruttate. Una bottiglia da conservare e di una grande complessità.

Scoprite questa cuvée   

Mercurey Village blanc 2014

Ch_3B_chamirey_-_Mercurey_Village__2014

L’aspetto è splendente, color oro verde. Note di bergamotto con un pizzico di lime e fragranze minerali si intrecciano agli accenti floreali. La bocca è precisa, con una sensazione acidula e piena di freschezza. Rinfrescante, questo Mercurey Village dello Château de Chamirey è un’ottimo inizio per superare le caratteristiche più complesse degli altri vini bianchi della Borgogna, della Côte Chalonnaise, presenti nell’offerta della Maison.

Scoprite questa cuvée   

Mercurey 1er cru “Clos du Roi” 2016

Ch_3B_chamirey_-_1C_Clos_du_Roi_2016_(R)

Di una veste dal colore rubino scuro, il Clos du Roi 2016 dello château de Chamirey sviluppa degli aromi di frutta nera al naso (mora, cassis). Strutturato in bocca, il Clos du Roi 2016 dello château de Chamirey rivela un finale eccezionalmente lungo.

Scoprite questa cuvée   

 

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*