Maison Leroy, l’eccellenza in Borgogna

Maison Leroy, l’eccellenza in Borgogna

Per quasi due secoli, il Domaine Leroy è stato associato a vini di una qualità eccellente. Ma è con l’arrivo di Lalou Bize-Leroy, discendente del fondatore della Maison Leroy, che il dominio inizia a produrre alcuni tra i più ricercati vini della Borgogna. Oggi, il Domaine Leroy è conosciuto in tutto il mondo per i suoi eccellenti ed eleganti Chardonnay e Pinot Noir. Inoltre, tutti i lotti del dominio sono coltivati seguendo i principi dell’agricoltura biodinamica

La storia della Maison Leroy

IMG_3888_copie

©Maison Leroy

La Maison Leroy fu fondata nel 1868 da François Leroy, vignaiolo e proprietario di vigne a Auxey-Duresse, Meursault, Pommard, Chambertin, Musigny, Clos Vougeot e Richebourg. Suo figlio Joseph, grazie all’aiuto di sua moglie Louise Curteley, espande il business familiare anche nel campo dei distillati. I suoi sforzi vennero presto ricompensati, poiché la Maison ottenne importanti medaglie e riconoscimenti a Bruxelles, Dijon e a La Rochelle. Nel 1919, Henri Leroy prende le redini della Maison e crea una nuova società sussidiaria specializzata in acqua di vite, facendo costruire anche una nuova distilleria a Segonzac, in Champagne. Probabilmente, uno dei più grandi affari di Henri Leroy fu l’acquisto, nel 1942, della metà del Domaine de la Romanée-Conti. Per 40 anni, Henri Leroy dedica anima e corpo al Domaine de la Romanée-Conti, trasformando la proprietà in uno dei più importanti e suggestivi domini non solo della Borgogna, ma del mondo intero. Nel 1955 Lalou Bize-Leroy, figlia di Henri, entra a far parte dell’impresa familiare della quale diventerà direttrice generale nel 1971. Madame Leroy studiò a fondo il terroir della Borgogna e le sue influenze nei vini ed organizzò negli anni diverse degustazioni prestigiose a casa sua, al Domaine D’Auvenay. Nel 1988 Lalou Bize-Leroy acquistò 21 ettari di vigne del Domaine Charles Noellat a Vosne-Romanée. Questa proprietà, assieme ad altri acquisti che ne seguirono (Philippe-Remy a Gevrey-Chambertin) diventò il Domaine Leroy.

L’agricoltura biodinamica alla Maison Leroy…

Nel 1988 tutti i vigneti furono convertiti all’agricoltura biodinamica. I suoli sono trattati utilizzando il compost perfezionato da Maria Thun e il letame al posto di fertilizzanti chilici, erbicidi, pesticidi e insetticidi dannosi per la pianta e per il suolo. La terra è arata a mano. L’aratura in prose è effettuata grazie al piccolo aiuto di ATV agricoli. La potatura Guyot è effettuata soltanto nei giorni in cui la Luna passa le costellazioni del Sagittario, dell’Ariete, del Leone e qualche volta dell’Acquario, dei Gemelli o della Bilancia. I tagli sono trattati con un prodotto biodinamico che protegge la ferita e accelera la guarigione. Per la cura delle piante, vengono inoltre applicate diverse miscele di erbe e the, a seconda dei bisogni di ogni singolo vino. La vigna non è mai ripiantata allo stesso tempo: ogni vite viene ripiantata quando necessario. Le vecchie viti sono sostituite dalle giovani sviluppate dai germogli delle piante sorelle. Questo significa che tutte le viti al Domaine Leroy hanno delle età differenti e sono collegate tra loro, come una famiglia. I rendimenti al Domaine Leroy sono incredibilmente bassi (circa 16hL per ettaro, a seconda di annata e denominazione) e come risultato vengono prodotti dei vini estremamente concentrati.

…e le vinificazioni

I grappoli di ogni annata sono selezionati due volte alla mano – prima durante la raccolta e dopo in cantina. Qui la frutta è ordinata su due grandi tavole di separazione, per una selezione ancora più attenta. La fermentazione avviene in grandi barili di legno senza nessuna pressione o rimozione dei gambi. In questo modo, i preziosi lieviti indigeni che crescono nella pelle dell’accino vengono preservati. Durante il lungo periodo di macerazione, il Domaine Leroy pratica il pigeage e il remontage. Dopo che i vini sono infine pressati, vengono trasportati nella prima delle due caverne sotterranee. Qui il succo subisce la fermentazione malolattica. Il succo è versato fuori dal sedimentoe il vino viene spostato ancora una volta in un’altra cantina. In questa profonda e fredda cantina il vino invecchia fino a che non è pronto per l’imbottigliamento. Per non nuocere il vino nel suo stato più fragile, il liquido viene trasferito solamente con la gravità, senza l’uso di pompe. Una delle particolarità del Domaine Leroy è che non esiste un winemaker o un enologo. I vini hanno una qualità talmente alta che sono lasciati ad invecchiare naturalmente!

leroy

©Maison Leroy

3 vini della proprietà

Leroy : Meursault 1er cru “Les Perrières” 2009

Meursault_1C_Perriere_-_maison_Leroy

Scopri questo vino   

Leroy : Corton-Charlemagne Grand cru Domaine 2009

Corton_Ch

Scopri questo vino   

Leroy : Clos de Vougeot Grand cru Domaine 2010

Clos_de_Vougeot_-_Maison_Leroy Scopri questo vino   

Tutti i vini del Domaine Leroy

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

frenchusaGermanEnglish



Immergetevi nei segreti di Grandi Vini


Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:

  • Ricevere il codice per lo sconto di benvenuto del 10%
  • Approfittare degli ultimi articoli redatti sul mondo del vino
  • Scoprire grazie ai nostri video i segreti sulle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su eventi o degustazioni che organizziamo

Già iscritto ?



Immergetevi nei segreti di Grandi Vini


Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:

  • Ricevere il codice per lo sconto di benvenuto del 10%
  • Approfittare degli ultimi articoli redatti sul mondo del vino
  • Scoprire grazie ai nostri video i segreti sulle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su eventi o degustazioni che organizziamo

Già iscritto ?