Millesima Tips #6 : Come e dove conservare il vino

Millesima Tips #6 : Come e dove conservare il vino

Nel capitolo precedente dei Millésima Tips abbiamo discusso dei benefici dell’invecchiamento di alcune bottiglie di vino. Nella 6° puntata parleremo delle cantine e di come conservare il vino. Presenteremo diversi tipi di cantine designate all’affinamento ed al servizio del vino.

Cantine tradizionali e non

Una cantina tradizionale è una struttura naturale situata nel sottosuolo o nel semi-sottosuolo di un’azienda vinicola e, qualche volta, di un’abitazione privata. Le caratteristiche di una cantina naturale dipendono dal terreno della regione nella quale si trovano. Le cantine situate nella Rive droite di Bordeaux, per esempio, si sono formate grazie a degli scavi di calcare. Alcune cantine della California si sono invece formate in suoli vulcanici. Indipendentemente dalle proprietà specifiche delle differenti cantine, questi ambienti tendono ad avere in comune la temperatura (intorno ai 14°C), l’umidità (intorno ai 70°) e l’oscurità, ottimale per l’invecchiamento corretto dei vini. In queste circostanze, un vino rischia meno di degradarsi e di perdere le sue qualità. Queste condizioni possono anche essere ricreate artificialmente in alcuni luoghi dove scavare una cantina risulta impossibile. Château Cheval Blanc, vera e propria icona della denominazione Saint-Emilion, è un famoso esempio di cantina all’avanguardia interamente costruita dall’uomo.

Cantine refrigerate per il vino

Negli anni ’70 furono create le cantine frigo per il vino, perfette per l’uso personale e per il settore HoReCa. Queste cantine ricreano le condizioni di una cantina tradizionale e ne esistono di diversi tipi.

  • Cantine per il servizio: Come indica il nome, queste cantine sono state designate per portare il vino alla temperatura perfetta prima di essere servito. Questo permette al vino di esprimere alla perfezione le sue qualità organolettiche. Per esempio, un buon vino rosso può sembrare chiuso e presentare dei tannini duri e poco gradevoli se servito troppo freddo; se servito troppo caldo, invece, si ha il rischio che l’alcool nasconda gli aromi più sottili. Questo tipo di cantine sono adatte per un ricambio costante e una conservazione più breve.
  • Cantine per l’invecchiamento: La cantina perfetta per un collezionista di vino che compra spesso vecchie bottiglie di grandi vini. Queste cantine esistono in diverse dimensioni, forme e stili e conservano il vino in una temperatura che varia tra i 12 e i 13 gradi di temperatura e i 50 di umidità.
  • Cantine multitemperate: Queste cantine combinano i benefici della cantina adatta al servizio e di quella adatta all’affinamento, offrendo uno spazio dove far invecchiare i vini e uno spazio dove il vino può raggiungere la temperatura corretta prima di essere servito. Eurocave produce anche E cabinet, che aggiunge in alto uno spazio dedicato ai vini rossi.

Fare la scelta giusta

Dopo aver preso conoscenza dei diversi tipi di cantine, è importante considerare alcuni aspetti prima di fare una scelta. Oltre al budget in termini di prezzo della cantina stessa, è importante tenere conto del dispendio di energia. Alcune cantine consumano molta energia, il che si traduce in bollette dell’elettricità molto alte. È importante anche considerare l’emissione di rumori della cantina. Alcune possono risultare abbastanza rumorose. È importante anche considerare la grandezza della propria cantina. La capacità delle cantine è di solito basata su bottiglie di tipo bordolese. Alcune bottiglie, tipo la alsaziana, la bottiglia da champagne, la bottiglia borgognona e le magnum potrebbero non corrispondere a questo tipo di cantine. Mentre il vetro della cantina, pur essendo esteticamente gradevole perché permette di vedere le etichette prestigiose, non filtra i raggi UV.

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni
Nata e cresciuta in Maremma, passando per Roma, attualmente vivo a Bordeaux. Frequento l'MVS (Management Vins et Spirituex) alla Kedge Business School e a Millésima mi occupo della comunicazione e della produzione di contenuti in italiano.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

frenchusaGermanEnglish



Immergetevi nei segreti di Grandi Vini


Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:

  • Ricevere il codice per lo sconto di benvenuto del 10%
  • Approfittare degli ultimi articoli redatti sul mondo del vino
  • Scoprire grazie ai nostri video i segreti sulle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su eventi o degustazioni che organizziamo

Già iscritto ?



Immergetevi nei segreti di Grandi Vini


Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:

  • Ricevere il codice per lo sconto di benvenuto del 10%
  • Approfittare degli ultimi articoli redatti sul mondo del vino
  • Scoprire grazie ai nostri video i segreti sulle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su eventi o degustazioni che organizziamo

Già iscritto ?