Hommage à Jacques Perrin, un grande Chateauneuf-du-Pape

Hommage à Jacques Perrin, un grande Chateauneuf-du-Pape

Chateau de Beaucastel è uno degli château più conosciuti e prestigiosi della denominazione Châteauneuf-du-Pape. La firma dell’azienda è determinata, annata dopo annata, dall’assemblaggio della famiglia Perrin. Hommage a Jacques Perrin è uno di quei vini rari e ultra-premium considerati tra i migliori al mondo, regolarmente premiati ed acclamati dalla critica. 

La denominazione Chateauneuf-du-Pape

Situata fra le città di Orange e di Avignone, a sud della Valle del Rodano, Chateauneuf-du-Pape ha alle spalle una lunga storia. Il suo nome, “il nuovo castello del Papa” si riferisce al periodo in cui, nel 14esimo secolo, Papa Clemente V decise di spostare la sede del papato da Roma alla città francese di Avignone a causa delle sommosse e delle dispute nobiliari che attanagliavano Roma. Conosciuta già dai periodi dell’Impero Romano, la regione è stata dichiarata ufficialmente una denominazione nel 1929. Ad oggi, Châteauneuf-du-Pape rimane una delle denominazioni più vecchie della Francia. Oggi la AOC (DOC in francese) Chateauneuf du Pape si estende per oltre 3000 ettari nella zona francese del Rodano Meridionale. I  vini appartenenti a questa AOC possono essere ottenuti da un uvaggio di ben 13 vitigni differenti,  sia a bacca nera che bianca, e questo da modo ai vignaioli di produrre il vino secondo la propria filosofia. Mentre la Grenache regna suprema, la Syrah, il Mourvedre e il Counoise contribuiscono significativamente al profilo classico del vino. Le vigne godono di un clima Mediterraneo molto asciutto, con poche piogge ed irrigazioni severe durante la stagione di crescita. Una combinazione di vitigni e terroir dona dei vini rossi molto fruttaticon un significativo grado alcolico ed un buon potenziale d’invecchiamento per il quale lo Chateauneuf-du-Pape è tanto conosciuto ed amato. La denominazione inoltre produce una gamma di vini bianchi freschi ed aromatici composti da un assemblaggio di Grenache Blanc, di Roussanne, di Clairette e di Bourboulenc.

© Serge Chapuis

© Serge Chapuis

Chateau de Beaucastel & Jacques Perrin

La famiglia de Beaucastel viveva a Courthézon già nel 16esimo secolo. Più tardi, negli stessi luoghi, vi fu costruita la maison de maître che si conosce ancora oggi. Nel 1687, Pierre de Beaucastel ottenne la carica di capitano della città di Courthézon dal re Louis XIV come riconoscimento della sua conversione al cattolicesimo. La lettera di Louis XIV, firmata anche da Colbert, è ancora accuratamente custodita allo château. Due secoli più tardi, quando arrivò la fillossera, il padrone di Beaucastel era Elie Dussaud, il quale costruì il canale di Suez con Ferdinand de Lesseps. È nel 1909 soltanto che Pierre Tramierre prende le redini del dominio. Lo trasmette in seguito al suo genero, Pierre Perrin, il quale contributo fu enorme…ma ancora di più lo fu quello di Jacques Perrinil quale diresse brillantemente lo château fino al 1978…

Vero pioniere, Jacques Perrin fu uno dei primi, negli anni 50, ad applicare i principi dell’agricoltura biologica prima e biodinamica in seguito (1974) nelle vigne. La famiglia Perrin crede che la vite debba essere considerata come un attore in un universo naturale e che ogni elemento del suo ambiente – la terra, la sua flora e fauna, i microrganismi che abitano nel suolo – debba essere protetto per ottenere l’espressione vera di terroir. La sarchiatura è fatta a mano, gli antiparassitari ed i diserbanti chimici sono rifiutati e sono utilizzati sopratutto dei lieviti indigeni. La gestione delle viti segue un calendario biodinamico, in base ai cicli lunari e solari. Jacques Perrin fu inoltre responsabile della rottura della moda del Grenache popolare di allora, focalizzandosi sulle varietà antiche e rare di uva della regione, compreso il Mourvedre ed il Counoise.

© Philippe Martineau

© Philippe Martineau

Hommage a Jacques Perrin

1Nel 1989 fu creata “Hommage a Jacques Perrin”, cuvée simbolo dello Château de Beaucastel in tributo a Jacques Perrin. Prodotta in quantità limitate, e solo nelle migliori annate, questa cuvée ha ricevuto il prestigioso premio di 100/100 da Robert Parker per 4 annate differenti. Il blend è dominato dalla Mourvedre, cresciuta nelle vigne più vecchie dell’azienda, e completato da altre varietà tipiche della regione. “Hommage a Jacques Perrin” fu il primo vino del Rodano, e quindi non di Bordeaux, ad essere commercializzato dalla Place de Bordeaux. Solo 5 dei 300 negozianti della Place de Bordeaux hanno il diritto di distribuire questa cuvée. Uno di questi 5 è Millesima.

L’annata 2015 di questo incredibile vino comprende un 60% di Mourvedre, un 20% di Syrah ed un 20% di Grenache. Hommage a Jacques Perrin 2015 dello Chateau de Beaucastel fu prodotta sotto perfette condizioni climatiche. Il vino è complesso e puro, dominato da dei ricchi aromi di mirtilli e frutti bosco e possiede un incredibile potenziale d’invecchiamento 

 Hommage à Jacques Perrin 2015 

Newsletter

Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:


  • Approfittate degli ultimi articoli esclusivi sul mondo del vino
  • Scoprire tramite video i segreti delle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su degustazioni ed eventi che organizziamo

*campi obbligatori

About Giulia Mengoni

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

frenchusaGermanEnglish



Immergetevi nei segreti di Grandi Vini


Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:

  • Ricevere il codice per lo sconto di benvenuto del 10%
  • Approfittare degli ultimi articoli redatti sul mondo del vino
  • Scoprire grazie ai nostri video i segreti sulle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su eventi o degustazioni che organizziamo

Già iscritto ?



Immergetevi nei segreti di Grandi Vini


Si iscriva alla Newsletter settimanale del Blog Millésima per:

  • Ricevere il codice per lo sconto di benvenuto del 10%
  • Approfittare degli ultimi articoli redatti sul mondo del vino
  • Scoprire grazie ai nostri video i segreti sulle più grandi aziende vinicole
  • Essere informati su eventi o degustazioni che organizziamo

Già iscritto ?